Online la Black List di Coldiretti dei cibi piu contaminati.

Online la Black List di Coldiretti dei cibi piu contaminati.

È stata diffusa nei giorni scorsi la Black List dei cibi più contaminati, presentata da Coldiretti sulla base delle analisi condotte dall’Agenzia europea per la sicurezza alimentare (Efsa) nel Rapporto 2015 sui Residui dei Fitosanitari in Europa.

Quello che è emerso è allarmante: molti prodotti agricoli consumati in Italia ma provenienti da Cina, Vietnam, India, Egitto, Marocco, Kenia e altri paesi esteri sono risultati irregolari per la presenza massiccia di residui chimici, alcuni dei quali segnalati dalle autorità competenti come cancerogeni.

Tra i cibi incriminati anche i peperoncini, in particolare quelli importati dalla Thailandia, che nel 21% dei campioni analizzati hanno fatto rilevare quantitativi di residui chimici irregolari e dannosi per la salute.

Un motivo in più per affidarsi all’agricoltura italiana che, come chiarisce Coldiretti nel suo rapporto, “è la più green d’Europa con 281 prodotti a denominazione di origine (Dop/Igp), il divieto all’utilizzo degli ogm e il maggior numero di aziende biologiche. L'Italia è ad oggi al vertice della sicurezza alimentare mondiale con il minor numero di prodotti agroalimentari con residui chimici irregolari (0,4%), quota inferiore di quasi 4 volte rispetto alla media europea (1,4%) e di quasi 20 volte quella dei prodotti extracomunitari (7,5%)”.

L’Azienda Carmazzi è da sempre attenta alla qualità dei prodotti che coltiva e alla salute del consumatore finale. I peperoncini e le piante Mr Pic sono assolutamente sicure, prive di residui chimici poiché ricavati da semi prodotti in azienda, senza conservanti né trattamenti chimici. Parte delle piante sono coltivate secondo tecniche biologiche, con concimi naturali e parassiti o funghi antagonisti senza l'utilizzo di prodotti chimici di sintesi, e in parte con metodo ecologico, che prevede l'uso di tecniche colturali rispettose dell'ambiente, come imposto dalle certificazioni ISO 9001 e ISO 14001, riconosciute a livello mondiale.

Anche i fiori commestibili Carmazzi, caratterizzati da un grande aroma e da qualità naturali eccezionali, sono prodotti con coltivazione biologica naturale, realizzata in serra senza prodotti fitosanitari o additivi chimici e certificata ISO 9001 - ISO 14001.

La qualità delle produzioni Carmazzi è inoltre attestata dai certificati di qualità rilasciati da GLOBAL GAP e EU ORGANIC BIO.

image

Marco Carmazzi, titolare dell’Azienda, si affianca al pensiero del Presidente Coldiretti Dott. Roberto Moncalvo che ha recentemente dichiarato: “Non c’è più tempo da perdere e occorre rendere finalmente pubblici i flussi commerciali delle materie prime provenienti dall’estero per far conoscere anche ai consumatori i nomi delle aziende che usano ingredienti stranieri. Bisogna liberare le imprese italiane dalla concorrenza sleale delle produzioni straniere realizzate in condizioni di dumping sociale, ambientale con rischi concreti per la sicurezza alimentare dei cittadini”.

>>PER SCOPRIRE LA BLACK LIST DEI CIBI PIÙ CONTAMINATI CONSULTA LA NOTIZIA UFFICIALE DIFFUSA DA COLDIRETTI QUI.

28/04/2016


Tutte le news